E se me vien a mi, te vien anca a ti

Carpaccio di rapa rossa, rucola e mandorle

Carpaccio di rapa rossa, rucola e mandorle
Share

Il Carpaccio di rapa rossa, rucola e mandorle non è proprio una ricetta, diciamo che è più una scoperta!

Mio marito ha preso l’abitudine di andare da dei suoi clienti a comprare la verdura biologica e così ogni settimana mi porta quello che trova.

Le ultime due volte mi ha portato un bel po’ di rape rosse che a me piacciono molto ma devo dire che non avevo molta fantasia nel “come usarle”.

Ho provato così il carpaccio…senza cuocerle…e ce ne siamo innamorati!

Un giorno si ed uno no…lo preparo…è così fresco e gustoso che sono davvero stupita!

E sono anche felice di integrare la nostra alimentazione con questo frutto della terra che è ricco di proprietà nutritive ed ormai sappiamo tutti che meno si cuociono frutta e verdura, più conservano intatte le loro proprietà.

Ricche di fibre sono l’alimento preferito del nostro intestino, aiutano a tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue e a mantenere basso anche il colesterolo.

Contengono ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio e iodio e molta vitamina B e C.

Sono composte da quasi il 91% di acqua e quindi aiutano a contrastare la ritenzione idrica e di conseguenza hanno poche calorie.

Che vi avevo detto? Sono una manna dal cielo e crude sono molto meno dolci rispetto a farle lesse.

Carpaccio di rapa rossa rucola e mandorle

Carpaccio di rapa rossa rucola e mandorle

La lista degli ingredienti per il Carpaccio di rapa rossa rucola e mandorle :

per due persone

  • 2 belle rape
  • il succo di un limone
  • 100 g di rucola
  • 1 manciata di mandorle pelate ed affettate
  • olio extravergine di oliva qb
  • sale qb
  • aceto balsamico qb

COME SI PREPARANO:

Laviamo bene le rape sotto l’acqua corrente…sono un tubero quindi come le patate nascono sotto terra.

Peliamole con un pelapatate o un coltello ben affilato.

Vi consiglio un bel paio di guanti perchè macchiano le mani e si fa fatica a far andare via il colore.

Con una mandolina o se preferite un buon coltello, affettiamole molto sottilmente, più che potete.

Disponiamole in un contenitore profondo, una accanto all’altra cercando di non far sormontare una fetta con l’altra.

Saliamole e irroriamole col succo di limone.

Lasciamole marinare per mezz’ora.

Disponiamole ora su un piatto da portata, ricopriamole con la rucola lavata ed asciugata, un pizzico di sale, l’olio, l’aceto balsamico e infine le mandole affettate.

Semplice vero? Provate e sappiatemi dire!

E se me vien a mi, te vien anca a ti!

 

 

fonti: qui



Ciao lasciami un tuo commento e ti risponderò prima possibile