Marca treviso, seconda parte

Share

Ecco il secondo racconto del blog tour Marca Treviso in Bianco a cui ho partecipato con altre 9 blogger. Qui potete trovare la prima parte.

La sveglia suona presto, molto presto…alle 5.30 si parte, direzione Malga Molvine Binot per vedere l’alba e passare una delle giornate più spettacolari della mia vita. Siamo a 1100 metri circa e fa davvero freddo ma lo spettacolo che ci aspetta, ci scalda immediatamente.

a

I gestori della Malga (a conduzione familiare) Serena e Gildo, ci accolgono con un caffè nero bollente ci fanno fare un giro veloce della malga, qualche carezza a Furia e Lola i fedeli amici a 4 zampe della malga e poi via…tutti a mungere le mucche. Io non lo facevo da quando avevo 7/8 anni, quando all’epoca la mia nonna aveva le mucche e spesso l’accompagnavo a mungerle.

1a

 

Dopo la mungitura, le mucche vanno al pascolo e noi insieme a Serena prepariamo la cagliata…perchè oggi faremo anche il formaggio!!!!

2a

Mentre aspettiamo che “cagli” Serena ci prepara una meravigliosa colazione a base di formaggi, marmellate, pane e dolci, tutto rigorosamente fatto in casa. Le foto non rendono giustizia ad una colazione da favola!

3a

Finita la colazione, la cagliata è pronta e quindi come bambine davanti ad un camion di caramelle, stiamo li a fotografare tutte le fasi per preparare il formaggio che abbiamo appena gustato.

4a

Merita un occhio di riguardo, l’affumicatura…

5a

A questo punto, seguiamo le mucche al pascolo accompagnate da Silvano Rodato, docente di botanica, che ci guida in una meravigliosa passeggiata alla scoperta delle erbe spontanee. Le abbiamo raccolte in un taccuino, le abbiamo assaggiate, abbiamo scoperto le loro proprietà, depurative, antiinfiammatorie, cicatrizzanti e rinfrescanti. Il prof Rodato ci ha persino svelato un segreto…sapete come si possono raccogliere le ortiche senza essere punte? Basta trattenere il respiro!!!!!!!! E’ vero! Finita la “lezione” stendiamo le coperte e ci rilassiamo, godendoci la natura, i profumi e il silenzio che solo la montagna ti può dare.

6a

Torniamo alla malga con gli occhi a cuoricino che si spalancano davanti al meraviglioso pranzo che Serena e la futura nuora ci hanno preparato. Ottimo cibo, ottimo vino, risate chiacchiere e barzellette, concludono al top una mattinata da sogno!

7a

Una mattinata fantastica che terrò custodita nel mio cuore grazie a Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso e AIFB

Non perdetevi il prossimo articolo con la terza parte del racconto…vi do’ qualche indizio…Dersut Caffè, Pinacoteca del Canova, Latterie Perenzin, Azienda vitivinicola Loredan Gasparini….

Vi aspetto!

Be the first to comment

Ciao lasciami un tuo commento e ti risponderò prima possibile