Pesce finto

Share

Il pesce finto…fino a qualche anno fa me lo fece conoscere la mia amica/sorella Luisa. Una ricetta così semplice da disarmarmi. Mi piacque così tanto che da allora lo faccio molto spesso, soprattutto d’estate quando la voglia di cucinare è poca e la voglia di mangiare qualcosa di fresco è tanta. Perfetto anche per le giornate di festa da decorare con verdure di stagione e sorprendere i nostri ospiti in poco tempo e con poca fatica. Anche detto pesce pazzo la base di questo piatto sono le patate bollite e il tonno poi starà alla vostra fantasia personalizzarlo a vostro gusto.

pesce finto

Pesce finto

La lista degli ingredienti per il pesce finto:

  • 400 g di patate a pasta bianca
  • 250 g di tonno sott’olio
  • 2 filetti d’acciuga sott’olio
  • cipolline sott’olio
  • 1 manciata di capperi
  • alcune foglie di basilico tritato
  • 2 cucchiai di senape
  • olive nere (o verdi a seconda dei gusti)
  • olio extravergine d’oliva
  • sale, pepe
  • il succo di mezzo limone

COME SI PREPARA:

Lavate bene le patate, mettetele in una pentola, copritele d’acqua fredda e cuocetele
per 40 minuti dal momento dell’ebollizione.
Sbucciatele e passatele allo schiacciapatate finche sono ancora calde, raccogliendole in

una grande terrina. Evitate di frullarle nel mixer perche diventano gommose.

Frullate il tonno, scolato dall’olio di conservazione, i capperi con i filetti d’acciuga, 2-3

cipolline affettate e il basilico tritato, fino a ottenere un composto omogeneo.

Versate il composto nella ciotola con le patate e mescolate bene; aggiungete la

senape; regolate di sale e insaporite con una macinata di pepe e il succo di limone.

Trasferite il composto in uno stampo a forma di pesce leggermente unto d’olio,

premendolo man mano con una spatola, per non lasciare spazi vuoti.

Battete lo stampo pieno sul piano di lavoro per fare assestare il composto; coprite con

un foglio di pellicola e passate in frigo a riposare per almeno 3 ore.

Capovolgete lo stampo (dopo averlo immerso un istante in acqua calda per farlo

staccare dal composto) su un piatto e sollevatelo per sformare il pesce.

Potete anche farlo a mano come ho fatto io credetemi non è difficile.

A questo punto diamogli l’aspetto del pesce, io ho usato fettine di zucchine, di pomodorini, filetti di peperoni e una fettina di oliva con un cappero per l’occhio.

Buon appetito!

E se me vien a mi…te vien anca a ti!

2 Commenti

Ciao lasciami un tuo commento e ti risponderò prima possibile