Pinza Goriziana, ricetta pasquale

Share

La Pinza Goriziana è il ricordo più bello che ho della mia “fanciullezza”. Si tratta di una sorta di focaccia non esageratamente dolce, senza ripieno che generalmente viene fatta proprio per le vacanze di Pasqua e accompagna splendidamente salumi appena affettati…a casa mia c’è l’usanza la mattina di Pasqua di fare colazione con la pinza e il salame “di casa” tagliato a mano….mmmmmmmm non vedo l’ora sia Pasqua  😉

[banner]

Pinza-goriziana-di-kitchen-cri.jpg

Pinza Goriziana, ricetta pasquale

La lista degli ingredienti per la pinza goriziana:

  • 500 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 125 ml di latte
  • 70 g di burro
  • 1 uovo intero
  • 5 tuorli
  • 25 g di lievito di birra
  • 1 fialetta di essenza di rum
  • 1 fialetta di essenza di cedro

COME SI PREPARA:

Dividerò il procedimento in tre fasi.

PRIMA FASE

Dovrete usare una planetaria o un robot da cucina a mano è davvero dura e non si ottiene lo stesso effetto.

Inserire nel robot da cucina 100 g di farina, 30 g di zucchero e i 25 g di lievito sciolti in 50 ml di latte.

Impastare per almeno 10 minuti finchè il composto risulterà omogeneo e lasciar lievitare per 30 minuti. Io lo lascio direttamente nel robot a lievitare coprendo con un coperchio per evitare “spifferi d’aria”.

SECONDA FASE:

Iniziare ad impastare nuovamente al minimo e aggiungiamo: 200 g di farina, 70 gr di zucchero, 40 gr di burro fuso e lasciato intiepidire, 1 uovo intero e 3 tuorli ed infine 35 ml di latte.

Anche qui lasciamo impastare per almeno 10 minuti e ora lo lasceremo lievitare 1 ora sempre coperto.

TERZA ED ULTIMA FASE

Impastiamo nuovamente ed uniamo 200 g di farina, 2 tuorli, 35 ml di latte e 30 g di burro fuso e lasciato intiepidire, l’essenza di rum e l’essenza di cedro .

Impastiamo ancora 10 minuti, tiriamo fuori l’impasto dal robot, mettiamolo sul piano di lavoro leggermente infarinato e lavoriamolo un po’ con le mani fino a trasformarlo in una palla.

Io come vedete in foto l’ho messa in uno stampo da panettone ma in realtà lo stampo dovrebbe essere un po’ più grande e un po’ più larga quindi va benissimo uno stampo dai 22 ai 26 cm.

Quindi foderate una tortiera con bordo staccabile con carta forno bagnata e strizzata e inserire l’impasto all’interno.

Mettetelo nel forno spento e lasciatelo raddoppiare per almeno 2 ore.

Passata la lievitazione, estraetela dal forno, preriscaldate a 150° e infornate per almeno 40 minuti.

Farà fede la prova stuzzicadente.

Lasciatela raffreddare completamente nel forno.

Bene ora non vi resta che procurarvi un ottimo salame e……..Buona Pasquaaaaaaaaaaaaaaaaaa.

E se me vien a mi…te vien anca a ti!

 

2 Commenti

  1. Che bella questa ricetta pasquale, non la conoscevo! La colazione di pasqua è uno dei piaceri della vita di cui non ci si può privare, ogni regione ha le sue abitudini, ma ovunque c’è abbondanza di piatti caratteristici, mi piace un sacco! 🙂

Ciao lasciami un tuo commento e ti risponderò prima possibile