E se me vien a mi, te vien anca a ti

Pollo Tikka Masala (Luna di miele di due pazzi)

Pollo Tikka Masala (Luna di miele di due pazzi)
Share

Agosto 2014.

Ieri (21 agosto 2014) ci siamo risposati, dopo 10 anni siamo ancora più pazzi della prima volta…abbiamo organizzato in poco meno di un giorno un matrimonio sulla spiaggia con pochi amici. Ma che matrimonio è senza luna di miele? Aprofittando dell’invito a cena di nostri cari amici che vivono a Trieste, oltre alla pazzia di risposarci, decidiamo in quattro e quattrotto di farci anche una Romantica Luna di Miele a Trieste. Così prenotiamo un Un favoloso hotel in Piazza Unità, l’hotel Urban Design, per una notte sola, emozionati come bambini. Partiamo da Grado (dove siamo in vacanza) e iniziamo il nostro breve ma intenso RIviaggio di nozze. Partiamo la mattina, il viaggio è breve ma prima di raggiungere Trieste, vogliamo fare un’altra tappa! Pochi km ed arriviamo a Sistiana, per la prima volta vedremo Porto Piccolo e siamo eccitati all’idea perchè ce ne hanno parlato benissimo. Porto piccolo è un piccolo borgo quasi medievale (anche se è nuovissimo a me dà quell’impressione) costruito per risanare la devastazione di una parte di Sistiana, dovuta ad una secolare attività di escavazione. 10406521_10202807795015799_1750950044663555307_nTutto pedonale, piccoli vicoli in pietra, una strepitosa vista sul mare e in un lampo ti pare di essere all’estero, o da qualche parte lontano, non qui, non dove venivi a prendere il sole arrampicandoti sulle rocce per raggiungere la spiaggetta minuscola di sassi. Non è ancora abitato ci stanno ancora lavorando, locali e negozi aperti meno della metà, ma non è difficile, immaginarla popolata, anzi ci ripromettiamo di tornarci l’anno prossimo. Tutte le polemiche sull’alto prezzo degli appartamenti non ci sfiora nemmeno, la gente critica qualsiasi cosa, io sono quasi orgogliosa di quello che sono riusciti a fare, nessuno è costretto a viverci per forza no? Anche se, se non amassi Grado alla follia, non mi dispiacerebbe sognare di avere qui una location per le vacanze estive. Passeggiamo e ce la guardiamo tutta..e quando arriviamo ad un’altezza ragionevole, ci volgiamo verso il mare10645053_10202807794215779_4337857844293218187_n e ci facciamo rapire dal turbinio di sentimenti che solo il mare riesce a causare nei nostri cuori e nei nostri corpi.

Triestezza, gioia, tenerezza, paura, sicurezza, instabilità…tanti sentimenti contrastanti che ci fanno sentire vivi! E noi siamo vivi e felici e nonostante il tempo uggioso siamo raggianti e proseguiamo la passeggiata. Forse sono un po’ di parte perchè io ho sempre amato Sistiana, ci andavo sempre con la mia mamma, poi da sola e anche con gli amici, pur senza alcun servizio, l’acqua era sempre pulita e gelata, grazie anche al fondale di sassi e non di sabbia. Insomma sono contenta, come se Porto Piccolo fosse mio, come se fosse una mia creatura… si lo so..son pazza ma è così! Incantati da questo paesaggio delle fiabe, torniamo alla macchina e ripartiamo, piccola sosta per rifocillarci ed eccola qui…la costiera! Con il mare costantemente alla mia destra ci fermiamo a Miramare, ma non entriamo nel castello, decidiamo di sostare qualche minuto li a guardarlo e facciamo qualche passo a piedi per godere nella vista e nell’olfatto. Riprendiamo la macchina e parcheggiamo davanti piazza Unità. Questa piazza, chiamata, il salotto di Trieste è credo la più bella del Friuli Venezia Giulia. Tra l’altro è la piazza più estesa d’Europa ed aperta sul mare, suggestiva da paura. Pochi passi e siamo all’hotel. Pulitissimo ed arredato in stile moderno, ci sentiamo un po’ i Rockfeler de noialtri! Ahahahahah, generalmente l’albergo o l’appartamento lo scegliamo in base al prezzo, in fondo ci basta siano puliti, perchè quando si viaggia li ci vai solo a dormire, ma stavolta abbiamo esagerato e siccome non ci siamo abituati, tutto ci pare magico. Il televisore 40 pollici, la macchina del caffè con tutte le qualità di caffè Illy a disposizione, il letto alto ed enorme e………e…un attimo…oh mamma…1521930_10202808009181153_2583836777258541439_nma come si fa pipì sui sanitari rettangolari??? ahahahhaahah questa mi mancava davvero…ma devo dirvi che effettivamente si riesce a fare pipì benissimo!

Sistemiamo le nostre cose e lasciamo (c’è anche Buffy con noi) mio marito a sbrigare alcune telefonate di lavoro. Io e lei usciamo e andiamo in cerca di un pensierino per Giancarlo e Stefano che ci mostreranno il loro nuovo appartamento. Ci perdiamo nelle vie del centro, rapite dalla frenitica eppur serena aria che si respira. Entriamo e usciamo da alcuni negozi, dall’ultimo ne usciamo col pensierino e soddisfatte rientriamo in albergo. Ci prepariamo io e Cristian, Buffy invece se ne starà tranquilla in hotel! Ci incontriamo sotto l’albergo, felici di ritrovarci coi nostri amici e chiacchierando arriviamo da prima al loro appartamento e poi in un ristorante Indiano vicino a casa loro. Ci facciamo suggerire dai nostri amici, cosa prendere e cosa no. Decidiamo per vari assaggi misti. Sono sincera, era tutto buono, ma niente di tale per i miei gusti…fino a quando non assaggio il pollo Tikka Masala. Un’esplosione di spezie avvolge pezzetti di pollo morbidissimiiiiiiiiii, una cosa spaziale. Da quella volta ho cercato di riprodurlo il più possibile uguale, provando diverse ricette e finalmente sonno arrivata al dunque. Credo sia proprio lui o comunque molto ci si avvicina.

Pollo Tikka Masala (Luna di miele di due pazzi)

Pollo Tikka Masala (Luna di miele di due pazzi)

La lista degli ingredienti per il Pollo Tikka Masala:

  • 1 kg di petto di pollo
  • 200 g di yogurt bianco
  • il succo di mezzo limone
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini di zenzero tritato
  • 2 cucchiini di curcuma
  • 2 cucchiaini di curry
  • 2 cucchiaini di coriandolo
  • 2 cucchiaini di paprika
  • 1 cucchiaino di cumino
  • un pizzico di cannella
  • 1 cipolla
  • 300 g di polpa di pomodoro
  • 200 ml di panna da cucina
  • sale qb

COME SI PREPARA:

Per prima cosa tagliamo il pollo a pezzetti di 3-4 cm.

Mettiamolo in un’ampia ciotola con lo yogurt, le spezie, l’aglio, sale e 3 cucchiai di olio.

Mescoliamo bene, copriamo con carta pellicola e lasciamo marinare almeno 4 ore(meglio se una notte).

Una volta passate le ore di marinatura, affettiamo la cipolla e facciamola dorare in un cucchiaio d’olio.

Aggiungiamo la polpa di pomodoro, saliamo e lasciamo cuocere per 15 minuti circa.

Preleviamo i pezzetti di pollo dalla marinatura, infiliamoli in spiedini di legno e adagiamoli su una teglia ricoperta da carta forno.

Inforniamo per 15 minuti a 200°.

Sforniamo, sfiliamo dagli spiedini e uniamoli al pomodoro.

Aggiungiamo anche il resto della marinata senza l’aglio con le spezie e la panna da cucina.

Mescoliamo bene per qualche minuto e serviamo caldo, magari accompagnato da del riso bollito o pane.

Clicca mi piace sulla mia pagina facebook QUI e sarai aggiornato su tutte le ricette.

E se me vien a mi, te vien anca a ti!

Ricetta ispirata a questa ricetta



Ciao lasciami un tuo commento e ti risponderò prima possibile