Rotolo di spinaci ripieno

Share

Questa ricetta me l’ha “spiata” la mia mamma, che assaggiato questo rotolo di spinaci ripieno, da un’amica, le ha subito chiesto la ricetta che poi mi ha passato per amore del mio blog! Che forte la mia mamma! Beh devo dire che è venuto davvero buono e con mio marito lo abbiamo “spazzolato” quasi tutto! Perfetto come pasto completo, è ideale anche come antipasto per stupire gli amici con questo rotolo davvero delicato!

Rotolo di spinaci ripieno

Rotolo di spinaci ripieno

La lista degli ingredienti per il Rotolo di spinaci ripieno:

  • 500 g di spinaci (io ho usato quelli congelati)
  • 5 uova
  • 400 g di philadelphia (o formaggio spalmabile)
  • 100 g di prosciutto cotto
  • 100 g di formaggio grattugiato
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 4 cucchiai di granella di pistacchi

COME SI PREPARA:

Ho fatto saltare gli spinaci in padella, per asciugarli bene visto che erano congelati, se voi usate quelli freschi, lavateli, lessateli, scolateli e strizzateli bene.

Dividete i tuorli dagli albumi e montate gli albumi a neve ferma.

Nel frattempo unite i tuorli e metà formaggio grattugiato agli spinaci e col minipimer frullate il tutto.

Aggiustate di sale.

Incorporate delicatamente gli albumi montati a neve al composto frullato e stendete su una leccarda da forno, foderata di carta forno.

Aiutatevi con una spatola e formate un rettangolo uniforme di 1 cm di altezza circa.

Cuocete in forno già caldo a 180° per 12 minuti circa, deve rassodare.

Nel frattempo in una ciotola, mescolate il philadelphia con il prosciutto (precedentemente tritato) il resto del formaggio grattugiato e due cucchiai di olio evo.

Una volta sformato la base del rotolo, con l’aiuto della carta forno, arrotolatelo su se stesso e lasciatelo raffreddare.

Una volta freddo, srotolatelo e spalmate la crema al formaggio per 3/4 del rotolo.

Cospargete con la granella di pistacchi e arrotolatelo su se stesso, sempre aiutandovi con la carta forno.

Mettetelo in frigorifero a rassodare per 1 oretta, poi potrete tagliarlo a fette e lasciarlo “scaldare” a temperatura ambiente.

Facile vero?

E se me vien a mi, te vien anca a ti!

2 Commenti

Ciao lasciami un tuo commento e ti risponderò prima possibile